Loading…

PROFILO

LinkedIn è un servizio web di rete sociale.

LINKEDIN

LETTURE

Ebook letti, consigliati, commentati.

EBOOK

CONDIVISIONE

alla base della diffusione c'è a ogni modo la caratteristica della condivisione.

THE BLOG

ASCOLTA

Insomma, mi sento di dire che la lettura orale, per chi ascolta, è meglio.

AUDIOLIBRI

SOCIAL

La nascita di Twitter risale al 2006

TWITTER
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

LETTURE

 EBOOK

PROFILO

LINKEDIN

SALARI E LAVORO, SI PUO’ FARE. COSI’

Sembra molto complicato costruire un dialogo tra forze che si sono combattute fino ad un minuto prima ma spesso il motivo sta nelle persone e non nei temi in discussione. Sulle politiche del lavoro non c’è dubbio che – al di là delle critiche che si sono rivolti l’un l’altro in passato – il Pd ha maggiori affinità con i Cinque stelle rispetto alla Lega. Su tre temi in particolare: salario minimo, reddito di cittadinanza, lavoro a termine.

Sono tre temi che erano già presenti nella scorsa legislatura o comunque presenti nel programma del Pd in tempi non sospetti.

Il salario minimo era nella delega parlamentare del Jobs Act (ancor prima nella legge n. 92 del 2012), non se ne fece nulla perché i rapporti con i sindacati erano già deteriorati dall’anno del Jobs Act e perché si avvicinava il referendum costituzionale per cui si volevano minimizzare gli attriti con le parti sociali.

Il salario minimo è certamente un tema di sinistra che va affrontato a mio parere anche senza troppi giri di parole.

 Bene il rispetto dell’autonomia delle parti sociali nei contratti collettivi, ma l’operazione sul salario minimo deve portare a un aumento concreto e visibile dei salari. Non sarebbe concepibile dal punto di vista politico un’operazione che risultasse in una difesa delle prerogative sindacali in un’Italia che ha i livelli di salario reale della fine degli anni ’90 e che ha perso 20 anni di crescita dei salari reali.

L’operazione salario minimo va fatta quindi in maniera che magari non ci sia una cifra nella legge, ma ci sia la costituzione di una commissione che – come in tutti i paesi in cui si è introdotto il salario minimo – rapida mente porti a fissare una cifra sotto la quale non può scendere nessun contratto collettivo. La stagnazione dei salari è un problema che si rileva in molti paesi ma in Italia ha preso una forma patologica. La letteratura economica la attribuisce spesso all’aumento delle concentrazioni di aziende e all’aumento del loro potere di mercato che si traduce in minori salari; credo che in Italia il problema riguardi non tanto il potere di mercato delle multinazionali quanto piuttosto il potere contrattuale molto elevato che hanno i datori di lavoro in aziende molto piccole in assenza del sindacato.

Leggi tutto...

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di  fatto  la  libertà  e  l'eguaglianza  dei  cittadini,  impediscono  il  pieno  sviluppo  della  persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

THE BLOG

COMMENTI E NOTIZIE

PIACERE DI LEGGERE

LA LETTURA DI EBOOK

IL FUTURO DEL LAVORO

BETTIN - FERRERA - LANDINI

IL LINGUAGGIO

“Il linguaggio è un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte e non ti raccapezzi più.”

Da Ricerche filosofiche di Ludwig Wittgenstein

 

Insomma, mi sento di dire che la  lettura orale, per chi ascolta, è meglio. Il motivo è semplice. Una parola letta ha un suono solo, che  corrisponde alla medietà dei suoi  significati. E che non sembra godere   di   una   propria   vita,   fissata   com’è alla prigionia della pagina e  alla sua forzata immobilità. Una  parola detta e ascoltata risulta ricca di interpretazioni possibili tanto più quanto maggiore è la bravura di chi, quella parola, pronuncia.  Non voglio esagerare e forse il mio  è l’entusiasmo del neofita, ma arrivo a dire che limitarsi a leggere un  libro, ovvero la “sola lettura”, è un  atto mancato: come se delle cantate di Bach si conoscessero solo gli  spartiti.