Perché ci accorgiamo se qualcuno ci sta osservando?

Perché ci accorgiamo se qualcuno ci sta osservando?

Perché ci accorgiamo se qualcuno ci sta osservando?  NON SI TRATTA DI PERCEZIONI extrasensoriali, ma di un meccanismo collegabile all’istinto di sopravvivenza: il cervello sta semplicemente raccogliendo informazioni nell’ambiente intorno a noi. Secondo Ilan Shrira, psicologo sociale presso il Lake Forest College (Usa), la sensazione che qualcuno stia osservando qualcosa nella nostra direzione, o che ci stia proprio guardando, si genera da una zona del cervello che è predisposta a determinare verso dove gli altri rivolgono lo sguardo. Diversi studi, secondo Shrira, confermerebbero la presenza di specifiche cellule che si “accendono” nel momento in cui si verifica una situazione del genere, con una particolare sensibilità se qualcuno ci sta scrutando direttamente. D’altra parte, molti mammiferi si accorgono se un altro animale li fissa da lontano: nell’uomo e nei confronti di altri uomini questo sistema di rilevamento è più preciso, anche in virtù della maggiore quantità di bianco nella sclera oculare che consente di delimitare la posizione di pupilla e iride. Per questo riusciamo a indovinare dove gli altri stanno guardando.