ARCHIVIO

Ma tu che cosa vuoi fare da grande?

di Barbara D’Amico

La sfida è semplice: confezionare un cortometraggio che racconti la ricerca del lavoro ideale, o meglio, l’idea che si ha di esso, e provare a vincere mille euro. Condizioni richieste per partecipare: essere iscritti o aver frequentato l’Università degli Studi di Torino e utilizzare molta ironia.

La stessa che ha portato l’Associazione Piemonte Movie e l’ateneo piemontese a indire il concorso cinematografico “Obiettivo Professioni”. Un modo per affrontare quel disorientamento tipico di studenti ed ex studenti di fronte alla domanda «ma tu dopo cosa vuoi fare?», imparando ad usare strumenti di ricerca mirati (come l’atlante delle professioni).

Non avere la più pallida idea di cosa voglia dire fare davvero l’avvocato, l’infermiere, il software architect o l’addetto al marketing potrebbe dare vita a piccoli capolavori.

«Ci aspettiamo video divertenti e intelligenti, che raccontino in modo diverso e inusuale il modo di guardare la propria professione o l’idea che ci si è fatti di un certo mestiere», spiega Alessandro Gaido, presidente di Piemonte Movie. In Italia, accademie e imprese parlano – purtroppo – lingue diverse e spesso l’immaginazione e il cinema diventano alleati preziosi per avere informazioni sul lavoro dei propri sogni.

C’è tempo fino al 20 luglio per iscriversi al concorso (qui il bando). I video, della durata massima di 10 minuti, dovranno essere realizzati tra il 1 agosto al 31 ottobre. Tre mesi per tirare fuori il Sorrentino che ognuno ha dentro di sé e magari appassionare il pubblico a carriere mai contemplate prima.

Il mondo è pieno di persone che hanno deciso di fare il medico perché affascinate (e furoviate) dalla serie “E.R., Medici in prima linea” , mentre alzi la mano chi non ha mai sognato di diventare avvocato ambientalista dopo aver visto “Erin Brockovich“.

«Il mestiere che avrei voluto fare basandomi solo su come è raccontato nei film? Bè, il giornalista!», confessa Gaido. E diciamo che qui un bel corto servirebbe a spiegare che no, quel mestiere non è esattamente come lo raccontano nei film.

twitter@BDamico83

Read more http://nuvola.corriere.it/2014/06/30/ma-tu-che-cosa-vuoi-fare-da-grande/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=ma-tu-che-cosa-vuoi-fare-da-grande