ARCHIVIO

Nuvola Libri / Visioni di una generazione in movimento

di Carlo Andorlini

New analizza in modo originale l’attuale potenziale giovanile. Il punto di osservazione e però capovolto. Non tanto fotografie sui giovani ma visioni di percorsi  e di potenzialità in cui i giovani mostrano e dimostrano tutta lo loro forza propulsiva. Nel libro ci sono almeno cinque punti che meritano attenzione:

Le diverse posizioni di partenza.

Sembra fondamentale guardare il passo dei giovani: i giovani che camminano a ritmi in taluni casi anche molto diversi fra loro, su cui tutti, se non almeno molti, hanno responsabilità̀.

Favorire lo spazio.

C’è bisogno di politiche mobili per i giovani. Mobili come loro. Non è più tempo di politiche che progettano spazi, è tempo invece di politiche che producono le possibilità di fare spazio.

I ruoli legittimati da cambiare e i ruoli potenziali da legittimare.

Essere meno condizionati nel pensare a politiche necessariamente o di assistenza o di promozione o di partecipazione. Tutte e tre convivono e si mischiano. Tutte e tre da “raggiungere” (da parte dei giovani), ma anche e soprattutto da “permettere” (da parte delle Istituzioni centrali e locali, aziende, sindacati, terzo settore);

L’innovazione sociale.

La social innovation è una nuova frontiera che si caratterizza per la rete di relazioni, un processo ‘generativo’ partecipativo, la centralità del bisogno e della soluzione sociale (non è più importante chi lo ‘risolve’ e quale è ‘veicolo’ per risolverlo), e infine una dimensione tecnologica come valore collegato.

Gli ingredienti necessari: civismo e formazione.

Accanto alla voglia di riuscire, di competere, di “lavorare”, in questi giovani si affiancano elementi significativi come il senso di responsabilità, il desiderio di reciprocità e di crescita.

E la cosa interessante è che paradossalmente questi virtuosi elementi che si palesano, non sono indotti (o comunque non fortemente) o “organizzati” dall’esterno ma assolutamente naturali e voluti intimamente dai giovani.

New insomma, vuole essere un esempio di come il link esplosivo tra giovani  e temi come  l’innovazione sociale, l’economia collaborativa, la rete come motore collettivo di relazione produttiva, l’invenzione di percorsi di autonomia innovativa possono fare la vera differenza.

NEW è anche un  contributo per comprendere che le dimensioni di responsabilità e innovazione sociale possono decisamente camminare a fianco.

Questo libro ne parla attraverso voci omogenee ma molto diverse fra loro. Volutamente insieme alcune appassionate persone (scrittori per questa occasione) in una scrittura collettiva che racconta osservatori diversi.

Read more http://nuvola.corriere.it/2014/07/04/nuvola-libri-visioni-di-una-generazione-in-movimento/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=nuvola-libri-visioni-di-una-generazione-in-movimento