Loading…

CONDIVISIONE

alla base della diffusione c'è a ogni modo la caratteristica della condivisione.

THE BLOG

SOCIAL

La nascita di Twitter risale al 2006

TWITTER

PROFILO

LinkedIn è un servizio web di rete sociale.

LINKEDIN

ASCOLTA

Insomma, mi sento di dire che la lettura orale, per chi ascolta, è meglio.

AUDIOLIBRI

LETTURE

Ebook letti, consigliati, commentati.

EBOOK
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Centri per l’impiego non hanno offerte di lavoro.

Al “pronti-via” la Sicilia si presenta impreparata. Mentre Anpal Servizi, l’agenzia del ministero del Lavoro che gestisce il reddito di cittadinanza, lancia in tutta Italia la  fase due del provvedimento che  domani vedrà partire le convocazioni   per   l’assegnazione   di   un   «Patto per il lavoro» (il percorso  che   sulla   carta   dovrebbe   dare   un’occupazione a chi riceve l’assegno), l’Isola è ancora all’anno zero: le scrivanie che i navigator dovranno utilizzare non sono ancora neanche state ordinate, ma soprattutto   i   Centri   per   l’impiego   non hanno offerte di lavoro. Anzi,  a onore del vero ne hanno 200.  Peccato però che i percettori di  reddito idonei al lavoro nell’Isola  sono oltre 162 mila.  

Le convocazioni  - Solo mercoledì si terrà a Palermo  una riunione preliminare dei responsabili dei Centri per l’impiego.   Obiettivo   —   indicato   apertis   verbis dall’assessore regionale al  Lavoro Antonio Scavone — «pianificare tutte le attività iniziali rivolte ai beneficiari del Reddito di cittadinanza». Peccato però che già  da domani, sulla carta, dovrebbero   partire   162.518   convocazioni   nei 64 Centri per l’impiego siciliani. Al di qua dello Stretto si procede a  rilento:   «I  399 navigator   —  scandisce l’assessore — saranno inseriti   gradualmente   in   accordo   con i responsabili dei centri per  l’impiego e solo a partire dal 9 settembre». Intanto arriva però una  buona notizia per gli idonei esclusi: «Entro settembre — annuncia  l’assessore — l’Anpal completerà  l’organico   mediante   uno   scorrimento di graduatoria». In Sicilia  si sono liberati 30 posti.

Leggi tutto...

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di  fatto  la  libertà  e  l'eguaglianza  dei  cittadini,  impediscono  il  pieno  sviluppo  della  persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

BLOG WEBORIENTA

THE BLOG

COMMENTI E NOTIZIE

PIACERE DI LEGGERE

LA LETTURA DI EBOOK

IL FUTURO DEL LAVORO

BETTIN - FERRERA - LANDINI

 

“Il linguaggio è un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte e non ti raccapezzi più.”

Da Ricerche filosofiche di Ludwig Wittgenstein

 

Ricerche filosofiche

Insomma, mi sento di dire che la  lettura orale, per chi ascolta, è meglio. Il motivo è semplice. Una parola letta ha un suono solo, che  corrisponde alla medietà dei suoi  significati. E che non sembra godere   di   una   propria   vita,   fissata   com’è alla prigionia della pagina e  alla sua forzata immobilità. Una  parola detta e ascoltata risulta ricca di interpretazioni possibili tanto più quanto maggiore è la bravura di chi, quella parola, pronuncia.  Non voglio esagerare e forse il mio  è l’entusiasmo del neofita, ma arrivo a dire che limitarsi a leggere un  libro, ovvero la “sola lettura”, è un  atto mancato: come se delle cantate di Bach si conoscessero solo gli  spartiti.